Il Cilento

Agropoli e le sue meraviglie : il borgo, gli scaloni, il lungomare e il litorale

Da visitare è il caratteristico centro storico,che conserva il centro antico, gran parte delle mura e il portale seicentesco. Vi si accede attraverso la caratteristica salita degli “scaloni”, uno dei pochi esempi di salita a gradoni e la bella porta d’ingresso, che ingloba il Castello angioino-aragonese, su impianto bizantino a pianta triangolare, ed è posto su una roccia a picco sul mare, un belvedere naturale da cui, nelle giornate terse, si avvistano Capri e la punta della Campanella.
Il centro storico è di forte richiamo turistico. Lungo le numerose stradine e tra i monumenti, vi sono negozi, bar e locali che servono i piatti del luogo, tra cui la pizza agropolese, servita in un cesto di vimini.
Le piccole vie del centro, caratteristiche e ben tenute, sono durante il periodo estivo teatro di manifestazioni che talvolta ricordano la vita quotidiana del paese in altre epoche.

Pregevoli anche le chiese: Madonna di Costantinopoli, del primo barocco, e la medievale di SS. Pietro e Paolo, e la Torre di S. Marco.

Eccezionalmente evocativa e ben conservata è la merlata porta d’ingresso che cinge di atmosfera la rocca, distaccandola dalla cittadina moderna.

In prossimità del porto, in via Pisacane, si trova l’Antiquarium, che raccoglie testimonianze dalla preistoria all’età greca, romana, lucana e alto medievale.

Le vie più commerciali sono ricche di ogni tipo di offerta, in particolare i negozietti del corso Garibaldi, la strada che si dirige verso il centro storico, e l’offerta è incrementata, nel periodo estivo, da numerose manifestazioni.

Molto bello il litorale e assai pittoresca è la baia di Trentova con il suo scoglio di, famoso per la panoramica caratteristica che lo vede legato alla terraferma da una sottilissima lingua di terra percorribile a piedi. La baia di Trentova prende il nome dallo scoglio omonimo. Il nome deriva dal fatto che secondo la leggenda furono trovate nelle grotte sotto la roccia trenta uova di gabbiano o di tartaruga marina. Qui si trovano bar, lidi ed attrezzature turistiche.
Accanto alla baia di Trentova c’è una piccola baia detta di San Francesco, dal nome del monastero sovrastante e dallo scoglio sito in mezzo al mare, riconoscibile per la croce posta sull’estremità superiore. Verso nord si estende una lunga spiaggia attraversata da diversi torrenti che arriva alla zona archeologica di Paestum.
Per il quinto anno consecutivo la città di Agropoli è Bandiera Blu.

Ad ovest dell’attuale porto turistico s’innalza a picco sul mare la torre costiera (XVI sec.) detta di San Francesco accanto ai resti rimaneggiati dell’omonimo convento. La leggenda racconta che San Francesco, di ritorno dalla Terra Santa, abbia sostato e predicato ai pesci. Il miracoloso evento è ricordato da una croce posta sullo scoglio.

Antico e leggiadro borgo marittimo, centro balneare ricco di servizi e attrattive per turisti e villeggianti, Agropoli, con i suoi 20.000 abitanti, sorge all’estremità meridionale del Golfo di Salerno ed a limite settentrionale della Costa del Cilento.

fonti: vai al sito